TERAPIA FISICA

Il benessere fisico e psicologico
è importante.
Per questo ti offriamo strumenti utili per il recupero funzionale di disabilità motorie di qualsiasi origine.

Cosa è la TERAPIA FISICA

Per terapie fisiche si intendono tutti quei trattamenti che vengono fatti tramite apparecchiature elettromedicali. Ogni apparecchio sfrutta principi e mezzi fisici differenti tra loro, col fine di stimolare una risposta biologica specifica dal nostro corpo. A seconda della patologia, livello di infiammazione e profondità dei tessuti, si possono sfruttare una o più terapie per accelerare i tempi ed aiutare i trattamenti manuali.

La terapia fisica è uno strumento molto potente nelle mani del terapista per eliminare i sintomi, facilitare la riabilitazione ma fa sempre parte di un progetto più grande di recupero e riabilitazione.

Perché effettuarla?

  • Riduzione e annullamento del dolore e di altri sintomi e segni di sofferenza: trattamento da effettuarsi già a partire dalle condizioni più acute e severe, in modo da anticipare il più possibile l’azione benefica e di sollievo; allo stesso tempo la precocità dell’intervento terapeutico è di prevenzione rispetto alla rapida strutturazione di compensi statico-dinamici e danni tissutali.
  • Normalizzazione delle strutture neuro-muscolo-scheletriche disfunzionali e sintomatiche: con riferimento a limitazioni nella mobilità articolare o nell’equilibrio di forze e tensioni muscolari, coordinazione ed efficacia nell’azione muscolare, recupero di conduttività neurale ed efficacia della circolazione sanguigna e linfatica, distribuzione corretta della mobilità multisegmentaria e ripristino di adeguate e fisiologiche sinergie motorie e funzionali.
  • Riabilitazione funzionale: i risultati ottenuti vanno integrati nella funzionalità quotidiana, con recupero della più normale vita di relazione e lavorativa. Allo stesso tempo, il problema iniziale va ricondotto alla sua giusta dimensione, nella considerazione del paziente stesso, ma anche valutato nelle sue più chiare ed ampie caratteristiche da un punto di vista clinico in modo da mantenere un valido e opportuno orientamento.

I NOSTRI TRATTAMENTI

Elettroterapia antalgica

L’elettroterapia usa gli effetti biologici ottenuti dall’energia elettrica a scopo terapeutico e consiste in correnti elettriche che vengono fatte passare attraverso la parte del corpo interessata avendo avuto cura di sceglierle con determinate caratteristiche idonee agli scopi da raggiungere.

Si può utilizzare corrente continua, potendo in tal caso associare le proprietà di determinati farmaci che possono essere veicolati, attraverso la corrente stessa, nella zona da trattare (ionoforesi), oppure corrente variabile (correnti eccitomotorie), sia con effetto antalgico (correnti diadinamiche e TENS) che con effetto termico.
L’Elettroterapia è utilizzata al fine di stimolare il muscolo denervato, per ridurre l’ipotrofia dovuta al non uso del muscolo normoinnervato, mantenere il trofismo muscolare nel muscolo denervato o parzialmente innervato, per potenziare il muscolo innervato.
Lo stimolo del muscolo tramite l’elettroterapia a correnti eccitomotorie si rivela efficace se la corrente è sufficientemente intensa, se la variazione di intensità è rapida e se l’azione avviene per un certo tempo secondo rapporti ben definiti.

Ultrasuonoterapia

Gli ultrasuoni sono onde acustiche non udibili all’orecchio umano. L’uso degli ultrasuoni sul corpo umano è possibile perché l’ultrasuono penetra nel sistema biologico e lì viene rilasciata l’onda.
Questo “rilascio” ha diversi effetti sull’organismo ed è usato non solo in diagnostica ma anche per curare patologie ortopediche e muscolari.
L’ultrasuonoterapia è, dunque, una tecnica terapeutica che usa proprio l’azione delle onde sonore (ultrasuoni) su un campo biologico (corpo). La potenza dell’onda è nella sua capacità di penetrare nei tessuti in profondità. Le onde usate in ultrasuonoterapia hanno una frequenza compresa tra i 750 KHz e i 3 MHz: più è elevata la frequenza, meno in profondità penetra l’onda. Dunque, la scelta del tipo di frequenza cambia a seconda dell’organo e del tessuto trattati, e a seconda del tipo di terapia richiesta.

Ma perché l’onda, ovvero l’ultrasuono, è così benefica? Perché una volta penetrata nel campo biologico, esercita diverse azioni: un’azione chimica, un’azione termica e anche un’azione importante sulla circolazione. Ecco perché l’ultrasuonoterapia viene impiegata per il trattamento di: artrosi, artriti, contratture muscolare, slogature, tendiniti, distorsioni, strappi muscolari, borsite..
Dunque, l’ultrasuonoterapia è una tecnica di elezione anche in fisioterapia. L’irradiazione ultrasonora, infatti, genera un effetto simile a un micro massaggio (pulsante meccanico) e anche un effetto termico, scaldando in profondità.
Questo mix di azioni fa sì che vengano agevolati gli scambi cellulari e intracellulari. Il trattamento con ultrasuoni può essere effettuato in due modi diversi: in modo diretto e in modo indiretto. Il metodo più usato è quello per contatto diretto: si applica un gel conduttivo sulla testina dell’apparecchio e sulla zona da trattare. Quindi, si sposta la testina con movimento di tipo rotatorio lento (pulsato se l’area in questione è ridotta). Il trattamento a contatto indiretto, invece, si esegue in acqua.

Si immerge la zona da trattare in una specie di bacinella e la testina rimane staccata dalla cute per 1 cm circa. Si tratta di un metodo meno comune ma molto utile nel caso in cui si debbano trattare zone irregolari e difficili da trattare direttamente: per esempio, gomiti, mani e malleoli.

I benefici degli ultrasuoni, dunque, si possono riscontrare a diversi livelli. La terapia è antalgica (per combattere il dolore), anti-gonfiori, anti-aderenze dei tessuti, biostimolante a livello cellulare e miorilassante (decontratturante sui muscoli).

CONTROINDICAZIONI
Gli ultrasuoni sono piuttosto sicuri, ma esistono comunque controindicazioni. Per esempio, le onde sonore non possono essere impiegate in zone adiacenti al cuore se si soffre di miocardiopatie. Allo stesso modo, ne è controindicato l’uso vicino agli organi sessuali e al midollo osseo, in presenza di neoplasie e tromboflebiti.
Meglio evitare l’applicazione di ultrasuoni, inoltre, nei bambini e negli adolescenti così come in presenza di osteoporosi (possono peggiorare la decalcificazione dell’osso).

Trazione scheletrica

La trazione è una tecnica ortopedica consistente nello stiramento di un segmento scheletrico (arto, colonna vertebrale, ecc.).
Viene eseguita per riportare gradualmente nella posizione naturale una parte dello scheletro o per allineare le estremità di un osso che ha subito una frattura. E’ molto utile per la terapia della scoliosi (curvamento laterale della colonna vertebrale) o della displasia congenita dell’anca (artrosi, ovvero malattia degenerativa, dell’anca, già presente alla nascita).

La trazione scheletrica rappresenta un passaggio importante nel percorso di riparazione di una frattura. Il paziente ortopedico sottoposto a trazione necessita di un’assistenza specifica in base al tipo e alla sede della frattura, fattori che determinano la tipologia di trazione da applicare.
Il principio della trazione è quello di contrapporre due forze che tendono a direzioni opposte tra loro ed è utilizzata per riduzione della frattura; immobilizzazione di un arto; correzione e/o prevenzione di deformità; prevenzione e/o riduzione di spasmi muscolari.

Tecar terapia

La tecarterapia chiamata anche solamente tecar è una terapia innovativa indicata per il trattamento di patologie muscolari e articolari, traumi, tendinopatie, dolori acuti e cronici.
Tecar (Trasferimento Elettrico Capacitivo e Resistivo) è una terapia non invasiva basata sulla stimolazione delle fisiologiche capacità di recupero del nostro organismo. Si tratta di una termoterapia, che sfrutta cioè i benefici del calore, il calore viene prodotto a livello endogeno, quindi all’interno del corpo.

Alcune delle principali patologie trattate  sono:

  • Distorsioni – stiramenti – strappi – lombalgie
  • Sciatalgie – edemi – lesioni muscolari/tendinee/legamentose
  • Cervicalgie

Benefici
La tecar è in grado di ACCELERARE I PROCESSI RIGENERATIVI NATURALIdell’organismo, di RIDURRE IL DOLORE e VELOCIZZARE I TEMPI DI RECUPERO.

Controindicazioni
La Tecar non presenta particolari controindicazioni.
I soggetti a cui di solito si raccomanda precauzione (e magari il consulto di uno specialista) sono i soggetti portatori di pacemaker, donne in gravidanza e pazienti oncologici.

Laser terapia

La laserterapia è una particolare tecnica terapeutica che si avvale degli effetti dell’energia generata da raggi laser per ottenere una risposta biochimica in corrispondenza della membrana cellulare. Il laser è una sorgente di radiazione elettromagnetica: si tratta, in sostanza, di un dispositivo che produce energia sotto forma di onda luminosa. Attraverso il  trattamento e terapia laser, l’energia viene amplificata e indirizzata su una superficie molto piccola del corpo, su cui giunge con elevata intensità.

La laserterapia serve a fornire ai tessuti energia elettromagnetica per ottenere effetti terapeutici (il raggio laser agisce sulla membrana cellulare e sui mitocondri, ossia sugli organuli che producono l’energia della cellula). In particolare, la laserterapia incrementa l’attività metabolica, favorisce gli scambi elettrolitici tra la cellula e l’ambiente esterno, aumenta la produzione di DNA, RNA, proteine e aminoacidi; svolge un effetto antinfiammatorio su articolazioni e muscoli; aumenta il drenaggio linfatico, determinando un maggior assorbimento dei liquidi interstiziali; ha effetto analgesico sulle fibre nervose che conducono il segnale del dolore; ha effetto vasodilatatore sul microcircolo (con conseguente miglioramento della circolazione periferica); ha effetto biostimolante e rigenerativo su tessuti connettivi e molli (accelera la cicatrizzazione di piaghe e ulcere, favorisce la formazione di tessuto fibroso cicatriziale e, di conseguenza, ripara lesioni muscolari che non hanno indicazione chirurgica); ha effetto antiflogistico e antiedemigeno; svolge un’azione decontratturante grazie all’effetto termico e all’aumento del metabolismo.

Onde d’urto

La terapia con onde d’urto è una nuova terapia non invasiva ed estremamente efficace su particolari tipi di patologie. L’applicazione di questa terapia comporta tempi relativamente modesti e si esegue in poche sedute.
E’ utilizzata da tempo per il trattamento delle patologie a carico dei tessuti molli e delle ossa.

La nostra Pulse wave genera unici ed innovativi impulsi ad onde d’urto utilizzando un proiettile 5 volte più pesante rispetto ai sistemi standard ad aria compressa ed una ridotta velocità finale ad impatto con l’applicatore. Grazie all’innovativo ULTRA SOFT performance e compliance terapeutico sono migliorate anche ad elevati livelli energetici.

Le patologie ormai avvalorate scientificamente riguardano:

Tessuti ossei :

Ritardi di consolidamento/pseudoartrosi
Necrosi asettica testa omero/femore
Fratture da stress
Algoneurodistrofia

Patologie dei tessuti molli:

Condrocalcinosi gomito, anca, ginocchio
Rigidità articolare spalla/gomito/anca/gin.
Calcificazione e ossificazione
Miositi ossificanti
Fibromatosi di muscoli, legamenti, fasce
Tendinopatie dei tessuti molli
Tendinopatia calcifica di spalla
Epicondilite laterale di gomito
Tendinite trocanterica
Tendinite della zampa d’oca
Tendinite post-traumatica di ginocchio
Tendinite del rotuleo
Tendinite del tendine d’Achille
Fascite plantare con sperone calcaneare

Le CONTROINDICAZIONI alla terapia con onde d’urto

Infezione acuta dei tessuti molli/ossa
Malattie primarie perniciose
Epifisiolisi nel punto focale
Malattie della coagulazione del sangue
Gravidanza
Pazienti con pacemaker
Tessuto polmonare nel punto focale
Cervello, midollo spinale, grandi nervi nel punto focale (neurocranio, colonna vertebrale, costole)

Magnetoterapia

La magnetoterapia è una tecnica non invasiva che sfrutta i benefici dei campi magnetici a scopo curativo e riabilitativo.

La magnetoterapia è molto utile nel caso di fratture o microfratture poiché ne accelera la guarigione.
Può inoltre “curare” diverse patologie osteoarticolari come: OSTEOPOROSI, ARTRITI, ARTROSI, MALATTIE REUMATICHE…

SEI ALLA RICERCA DI UN VALIDO CENTRO DI MEDICINA INTEGRATA PER IL RECUPERO FUNZIONALE?

Proponiamo soluzioni studiate ad hoc per ogni paziente

ed i nostri esperti saranno al tuo fianco

per tutta la durata del percorso riabilitativo.